È l’arte che interpreta la natura, nello specifico quella del Parco naturale regionale Costa di Otranto Santa Maria di Leuca – Bosco di Tricase, “ritratta” nel pregiato volume realizzato dall’artista Antonio Chiarello per lo stesso parco, nell’ambito delle guide del Sac. Un pregiato volume, con la tiratura limitata di 500 copie, che regala gli scorci più intensi e poetici della costa adriatica in punta di pennello.

La quercia vallonea di Tricase vista da Antonio Chiarello
La quercia vallonea di Tricase vista da Antonio Chiarello

Il volume viene presentato venerdì 27 alle 18.30, presso la sede del parco, nelle sale del castello Spinola-Caracciolo di Andrano, con una mostra che mette insieme le tavole originali che lo compongono. Realizzato nell’ambito del progetto “Cosa sarà del Sac”, il “Taccuino di viaggio” di Chiarello è una carrellata suggestiva degli scorci più belli della costa che guarda a Oriente ma, anche, degli anfratti meno noti e raggiungibili e delle sue peculiarità.

Le opere, realizzate ad acquerello e matita su “carta stucco Tintoretto”, hanno il sapore del viaggiatore d’altri tempi, in pieno stile “Grand tour” che, armato di matita, taccuino e tanta sensibilità, si prendeva il tempo necessario per catturare la magia del paesaggio.

Nel corso della serata di inaugurazione, alla quale prende parte oltre all’autore il presidente dell’ente parco Nicola Panico, viene presentata anche la “Mappa di comunità Joy Wecult”. L’opera, sempre a firma di Chiarello, delle dimensioni di 70 centimetri per 100, offre uno spaccato delle tradizioni e delle bellezze artistiche, storiche e naturali del territorio, insieme alle esperienze dei suoi abitanti.

Il Grand Tour del Salento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *